La morte come valore

Pagina 3 di 3 Precedente  1, 2, 3

Andare in basso

Re: La morte come valore

Messaggio Da raulduke85 il Mer Gen 28, 2009 7:12 pm

Guarda, conosco la sensazione... quel vago barlume di moralità che mi rimane voglio utilizzarlo per donarti il mio appoggio

Torna in alto Andare in basso

Re: La morte come valore

Messaggio Da Necromante il Mar Feb 03, 2009 1:02 am

Sussiste un errore nel discorso, ed è il medesimo di qualunque pensiero si sia confrontato con la morte. è un errore insito nella stessa struttura delle possibilità di formulazione umane, immagino. Ovvero, attribuire funzionalità alla morte. Va da sè che "evitare la morte" sia, appunto, quella schifosa spensieratezza tutta contemporanea che l'Apolide giustamente stigmatizza, e questo è un fatto. Dunque non parlare della morte è un discorso sulla morte: più che nell'esito, ovvero la rimozione, l'errore sta nello stesso discorso.
Rammento che gli Inca, vivendo sulle fredde Ande, non vedevano mai decomporre i propri morti: dunque continuavano a parlarci, a consultarli come se fossero vivi. Questo è un altro dei possibili esiti, ovvero la cooptazione della morte nella vita, un suo addomesticamento. E assomiglia alla ridicola idea filantropica che i morti sopravvivano nelle loro gesta, nella memoria. Il che è ovviamente falso, dal momento che i morti sono morti.
D'altra parte, v'è chi risolve la morte privandola della sua definitività, così come si tolgono i denti a un cobra. è il grande inganno del cristianesimo, il male insito in quel finale alternativo del vangelo, quello in cui gesù risorge dopo tre giorni, evento che ognuno, spero, percepisce come intrinsecamente sbagliato ed empio. La morte come ponte tra due vite, questo è vitalismo rimandato, semplicemente, non è migliore del nietzschianesimo.
Ma guardiamoci anche dall'errore del culto della morte. La morte come valore, già. Anche qui ci sono gli stigmi dell'addomesticamento, il totem dedicato al dio ignoto, una vecchia storia. La morte non essuda alcun valore umanamente discernibile, non è niente per l'uomo fuorchè la sua antitesi. Al di là del generico non essere, la morte si erge come il "non-essere-più-me". Non credo nella possibilità di una vita fondata sulla meditazione della morte. Credo che l'unica meditazione della morte possibile sia il morire.

Torna in alto Andare in basso

Re: La morte come valore

Messaggio Da Apolide metafisico il Mar Feb 03, 2009 3:25 am

Tutto vero.
Ed è proprio questo il punto: che si muoia! Non si tratta di sistemare la morte sull'Olimpo. La morte occupa già tutto il cielo, da sempre.
E la religione della fine non è nemmeno una religione in piena regola: non serve fede nè speranza, non ci sono riti, fatta eccezione per il respiro. E' con l'evidenza che bisogna fare i conti.
Quella liturgica è una metafora. "Un crisantemo spocchioso che guarda al sole del significato". Un culto simile non ha nessun testo sacro, nessun luogo di preghiera (nemmeno i cimiteri).
E' esattamente tutto quello che ha detto lei, volendo anche meno...ma resta l'unica estasi possibile. Cos'è unirsi a dio, affondare nell'assoluto se non "non-essere-più-me"?

Questo non toglie che, a distanza di mesi, mi vergogno a morte (è il caso di dirlo) dell'op. Ma non è un caso eccezionale, al contrario.

Torna in alto Andare in basso

Re: La morte come valore

Messaggio Da maatdoom il Ven Set 18, 2009 4:08 am

salve ragazzi sono nuovo, questo è il primo topic che leggo quindi dico la mia:
apolide, mi trovo completamente d'accodo con le tue considerazioni, ma alla fine è un discorso tanto grande quanto ininfluente. Cioè, sia per te che per me la morte significa il nulla, e questo semplice fatto rende la vita stessa inutile; ed essendo la vita inutile ogni cosa che facciamo nella vita è inutile. Quindi è inutile anche vivere in una maniera o nell'altra ed è anche inutile scrivere queste cose stare qua a pensarci e allora notte.

Torna in alto Andare in basso

Re: La morte come valore

Messaggio Da Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Torna in alto Andare in basso

Pagina 3 di 3 Precedente  1, 2, 3

Torna in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum