il viaggio nel tempo.

Andare in basso

il viaggio nel tempo.

Messaggio Da rejino il Mer Apr 09, 2008 11:07 pm

è grazie ad a. eistein che il concetto di viaggio nel tempo è passato dalla sola fantascienza alla fisica. grazie alla sua teoria della relatività generale, sarebbero possibili due modi per distorgere il tempo e cioè:
- viaggiare ad una veloità prossima a quella della luce.
- utilizzare una grande forza gravitazionale che riesca a distorgere la rete spazio-temporale.

entrambi questi due metodi permetterebbero, in teoria, di viaggiare solo nel futuro.
con i wormhole (che sono una sorta di tunnel spazio-temporali), invece, si potrebbe andare sia nel passato che nel futuro.

premesso ciò, utilizzate questo topic per discutere di questo argomento, e soprattutto per esporre ciò che fareste se foste in possesso di una macchina del tempo. :suspect:
avatar
rejino
u tso’otsoob bool'ay


Visualizza il profilo dell'utente

Torna in alto Andare in basso

Re: il viaggio nel tempo.

Messaggio Da Engioi. il Mer Apr 09, 2008 11:09 pm

rejino. ha scritto:è grazie ad a. eistein che il concetto di viaggio nel tempo è passato dalla sola fantascienza alla fisica. grazie alla sua teoria della relatività generale, sarebbero possibili due modi per distorgere il tempo e cioè:
- viaggiare ad una veloità prossima a quella della luce.
- utilizzare una grande forza gravitazionale che riesca a distorgere la rete spazio-temporale.

entrambi questi due metodi permetterebbero, in teoria, di viaggiare solo nel futuro.
con i wormhole (che sono una sorta di tunnel spazio-temporali), invece, si potrebbe andare sia nel passato che nel futuro.

premesso ciò, utilizzate questo topic per discutere di questo argomento, e soprattutto per esporre ciò che fareste se foste in possesso di una macchina del tempo. :suspect:

il buon egoista.

Torna in alto Andare in basso

Re: il viaggio nel tempo.

Messaggio Da washer. il Mer Apr 09, 2008 11:51 pm

Quante volte vi siete visti Donnie Darko? Gira tutto lì intorno eh sì. ❤

Torna in alto Andare in basso

Re: il viaggio nel tempo.

Messaggio Da matt. il Mer Apr 09, 2008 11:53 pm

non ne sono sicuro ma mi sembra di ricordare che i piloti degli aerei di linea, quelli che si fanno decine e decine di ore di volo al mese -ovvero quelli che pilotano sulle tratte più lunghe-, restando sempre in aria e muovendosi a velocità elevate (non ricordo con precisione se fossero questi i motivi) guadagnano qualcosa come qualche minuto scarso nell'arco di un anno...in poche parole viaggiano nel tempo.........
ora il problema è che non ricordo nemmeno se viaggiano in avanti o indietro nel tempo...rejino aiuto!

Torna in alto Andare in basso

Re: il viaggio nel tempo.

Messaggio Da rejino il Mer Apr 09, 2008 11:57 pm

washer. ha scritto:Quante volte vi siete visti Donnie Darko? Gira tutto lì intorno eh sì. ❤

direi almeno 3 volte, io. ora mi ha rotto considerevolmente le palle.
avatar
rejino
u tso’otsoob bool'ay


Visualizza il profilo dell'utente

Torna in alto Andare in basso

Re: il viaggio nel tempo.

Messaggio Da rejino il Gio Apr 10, 2008 12:06 am

matt. ha scritto:non ne sono sicuro ma mi sembra di ricordare che i piloti degli aerei di linea, quelli che si fanno decine e decine di ore di volo al mese -ovvero quelli che pilotano sulle tratte più lunghe-, restando sempre in aria e muovendosi a velocità elevate (non ricordo con precisione se fossero questi i motivi) guadagnano qualcosa come qualche minuto scarso nell'arco di un anno...in poche parole viaggiano nel tempo.........
ora il problema è che non ricordo nemmeno se viaggiano in avanti o indietro nel tempo...rejino aiuto!

si, immagino. è quasi la stessa cosa che propone einsein, ovvero che viaggiando su una navicella -ad una velocità consistente- dentro di essa il tempo viene distorto e scorre più lentamente, al contrario di quelli che rimangono sulla terra ai quali prosegue relativamente più velocemente. è un viaggio nel futuro quindi.
avatar
rejino
u tso’otsoob bool'ay


Visualizza il profilo dell'utente

Torna in alto Andare in basso

Re: il viaggio nel tempo.

Messaggio Da matt. il Gio Apr 10, 2008 12:10 am

rejino. ha scritto:
matt. ha scritto:non ne sono sicuro ma mi sembra di ricordare che i piloti degli aerei di linea, quelli che si fanno decine e decine di ore di volo al mese -ovvero quelli che pilotano sulle tratte più lunghe-, restando sempre in aria e muovendosi a velocità elevate (non ricordo con precisione se fossero questi i motivi) guadagnano qualcosa come qualche minuto scarso nell'arco di un anno...in poche parole viaggiano nel tempo.........
ora il problema è che non ricordo nemmeno se viaggiano in avanti o indietro nel tempo...rejino aiuto!

si, immagino. è quasi la stessa cosa che propone einsein, ovvero che viaggiando su una navicella -ad una velocità consistente- dentro di essa il tempo viene distorto e scorre più lentamente, al contrario di quelli che rimangono sulla terra ai quali prosegue relativamente più velocemente. è un viaggio nel futuro quindi.

ecco si esatto era proprio questo. sull'aereo il tempo scorre più lentamente.
ma perchè?

Torna in alto Andare in basso

Re: il viaggio nel tempo.

Messaggio Da washer. il Gio Apr 10, 2008 12:55 am

matt. ha scritto:
ecco si esatto era proprio questo. sull'aereo il tempo scorre più lentamente.
ma perchè?
Ci sono pochissime persone al mondo in grado di spiegarlo. E comunque è un più lentamente incredibilmente impercettibile.
matt. ha scritto:non ne sono sicuro ma mi sembra di ricordare che i piloti degli aerei di linea, quelli che si fanno decine e decine di ore di volo al mese -ovvero quelli che pilotano sulle tratte più lunghe-, restando sempre in aria e muovendosi a velocità elevate (non ricordo con precisione se fossero questi i motivi) guadagnano qualcosa come qualche minuto scarso nell'arco di un anno...in poche parole viaggiano nel tempo.........
ora il problema è che non ricordo nemmeno se viaggiano in avanti o indietro nel tempo...rejino aiuto!
Io veramente sapevo che l'uomo che ha viaggiato più nello spazio finora ha guadagnato qualcosa tipo una manciata di secondi. Ci stava scritto su guinnes world records, che da bravo nerd leggo sempre.

Torna in alto Andare in basso

Re: il viaggio nel tempo.

Messaggio Da rejino il Gio Apr 10, 2008 12:57 am

washer. ha scritto:
matt. ha scritto:
ecco si esatto era proprio questo. sull'aereo il tempo scorre più lentamente.
ma perchè?
Ci sono pochissime persone al mondo in grado di spiegarlo. E comunque è un più lentamente incredibilmente impercettibile.
matt. ha scritto:non ne sono sicuro ma mi sembra di ricordare che i piloti degli aerei di linea, quelli che si fanno decine e decine di ore di volo al mese -ovvero quelli che pilotano sulle tratte più lunghe-, restando sempre in aria e muovendosi a velocità elevate (non ricordo con precisione se fossero questi i motivi) guadagnano qualcosa come qualche minuto scarso nell'arco di un anno...in poche parole viaggiano nel tempo.........
ora il problema è che non ricordo nemmeno se viaggiano in avanti o indietro nel tempo...rejino aiuto!
Io veramente sapevo che l'uomo che ha viaggiato più nello spazio finora ha guadagnato qualcosa tipo una manciata di secondi. Ci stava scritto su guinnes world records, che da bravo nerd leggo sempre.

sei approvato.
avatar
rejino
u tso’otsoob bool'ay


Visualizza il profilo dell'utente

Torna in alto Andare in basso

Re: il viaggio nel tempo.

Messaggio Da matt. il Gio Apr 10, 2008 1:09 am

washer. ha scritto:
matt. ha scritto:
ecco si esatto era proprio questo. sull'aereo il tempo scorre più lentamente.
ma perchè?
Ci sono pochissime persone al mondo in grado di spiegarlo. E comunque è un più lentamente incredibilmente impercettibile.

sì ora che ci ripenso anche io credo di aver letto di una manciata di secondi...ho scritto male.
comunque sì, avevo capito che era una cosa impercettibile. grazie comunque del chiarimento.

Torna in alto Andare in basso

Re: il viaggio nel tempo.

Messaggio Da babishh il Dom Apr 13, 2008 10:17 pm

mi chiedo come questo possa essere vero, visto che la teoria di einstein parla di velocitá superiori a quelle della luce.

Torna in alto Andare in basso

Re: il viaggio nel tempo.

Messaggio Da rejino il Dom Apr 13, 2008 10:23 pm

babishh ha scritto:mi chiedo come questo possa essere vero, visto che la teoria di einstein parla di velocitá superiori a quelle della luce.

eeehh. einstein dice chiaramente che la velocità della luce non può essere superata. e la regola vale per qualsiasi velocità, semplicemente l'effetto cambia in modo proporzionale.
avatar
rejino
u tso’otsoob bool'ay


Visualizza il profilo dell'utente

Torna in alto Andare in basso

Re: il viaggio nel tempo.

Messaggio Da babishh il Dom Apr 13, 2008 10:29 pm

rejino. ha scritto:
babishh ha scritto:mi chiedo come questo possa essere vero, visto che la teoria di einstein parla di velocitá superiori a quelle della luce.

eeehh. einstein dice chiaramente che la velocità della luce non può essere superata. e la regola vale per qualsiasi velocità, semplicemente l'effetto cambia in modo proporzionale.
sai che non avevo mai pensato a una proporzionalitá? ma proprio mai mai Very Happy avevo idea che o avvenisse, o meno. allora sono d'accordo la teoria.

Torna in alto Andare in basso

Re: il viaggio nel tempo.

Messaggio Da Jaqen il Ven Apr 18, 2008 4:34 pm

Supponiamo ci sia una sola "dimensione" ovvero una serie di eventi nello spazio tempo da noi popolato.
Viaggiando indietro o avanti nel tempo ci introdurremmo in una copia della nostra dimensione, dove i cambiamenti porterebbero a modificazioni in essa, oppure dal momento che parte il cambiamento si crea un'altra dimensione?
Altrimeni si rimane sempre nella stessa ma la si "buca" e ogni variazione immediatamente secondo il tempo razionale si applica fino ai giorni nostri?
E' fantascienza, ma se qualcuno cambiasse qualcosa nel passato penso che nel "presente" dal quale si è partiti non ci siano modificazioni, ma da quel momento ci sarebbe un'altra dimensione con un passato analogo all'originale e con un futuro differente.
Anche perchè non riesco ad immaginarmi come tutto l'infinito arco spazio-tempo possa cambiare instantanamente, credo sia un evento impossibile. Quindi mi spiego sta cosa per esclusione.

Torna in alto Andare in basso

Re: il viaggio nel tempo.

Messaggio Da washer. il Ven Apr 18, 2008 5:28 pm

Jaqen ha scritto:Supponiamo ci sia una sola "dimensione" ovvero una serie di eventi nello spazio tempo da noi popolato.
Viaggiando indietro o avanti nel tempo ci introdurremmo in una copia della nostra dimensione, dove i cambiamenti porterebbero a modificazioni in essa, oppure dal momento che parte il cambiamento si crea un'altra dimensione?
Altrimeni si rimane sempre nella stessa ma la si "buca" e ogni variazione immediatamente secondo il tempo razionale si applica fino ai giorni nostri?
E' fantascienza, ma se qualcuno cambiasse qualcosa nel passato penso che nel "presente" dal quale si è partiti non ci siano modificazioni, ma da quel momento ci sarebbe un'altra dimensione con un passato analogo all'originale e con un futuro differente.
Anche perchè non riesco ad immaginarmi come tutto l'infinito arco spazio-tempo possa cambiare instantanamente, credo sia un evento impossibile. Quindi mi spiego sta cosa per esclusione.
Infiniti universi paralleli, l'unica spiegazione possibile.

Torna in alto Andare in basso

Re: il viaggio nel tempo.

Messaggio Da Jaqen il Ven Apr 18, 2008 5:36 pm

washer. ha scritto:
Jaqen ha scritto:Supponiamo ci sia una sola "dimensione" ovvero una serie di eventi nello spazio tempo da noi popolato.
Viaggiando indietro o avanti nel tempo ci introdurremmo in una copia della nostra dimensione, dove i cambiamenti porterebbero a modificazioni in essa, oppure dal momento che parte il cambiamento si crea un'altra dimensione?
Altrimeni si rimane sempre nella stessa ma la si "buca" e ogni variazione immediatamente secondo il tempo razionale si applica fino ai giorni nostri?
E' fantascienza, ma se qualcuno cambiasse qualcosa nel passato penso che nel "presente" dal quale si è partiti non ci siano modificazioni, ma da quel momento ci sarebbe un'altra dimensione con un passato analogo all'originale e con un futuro differente.
Anche perchè non riesco ad immaginarmi come tutto l'infinito arco spazio-tempo possa cambiare instantanamente, credo sia un evento impossibile. Quindi mi spiego sta cosa per esclusione.
Infiniti universi paralleli, l'unica spiegazione possibile.

Esatto, il mio esempio era prendendo in considerazione un evento solo.

Torna in alto Andare in basso

Re: il viaggio nel tempo.

Messaggio Da Moltengod il Ven Apr 18, 2008 5:46 pm

beh direi che fra "rallentamento" del tempo e "viaggio nel tempo" ci sia una bella differenza
fu detto in via sperimentale che sono i buchi neri a permettere i viaggi nel tempo proprimante detti

ma quel che io mi chiedo è questo:
siamo realmente sicuri che ciò noi chiamiamo passato continui ad esistere?
cioè quello che noi chiamiamo passato è realmente, anche via semplicemente teorica, raggiungibile o l'unica operazione possibile con il tempo è un rallentamento di questo?

il presente è un'unità dimanica che è un approssimazione tra passato e futuro infinitesimali(qualcosa di simile ai calcoli infinitesimali)ma un presente come fa ad essere presente?
l'approssimazione al momento propriamente zero è pressochè impossibile,la dinamicità del tempo è il limite stesso di un momento zero dire: in "questo preciso momento penso" porta inevitabilmente via con se quel momento
come si può quindi, anche ipotizzando gli universi paralleli infiniti, ritenere che, quel momento che vola via nello stesso momento in cui lo vivi, possa essere rivissuto?

e infinie il tempo chè per comodità è stato trasformato in secondi, minuti, ore, giorni, anni come può in teorici viaggi nel tempo essere selezionato?

Torna in alto Andare in basso

Re: il viaggio nel tempo.

Messaggio Da Jaqen il Sab Apr 19, 2008 2:16 am

Moltengod ha scritto:beh direi che fra "rallentamento" del tempo e "viaggio nel tempo" ci sia una bella differenza
fu detto in via sperimentale che sono i buchi neri a permettere i viaggi nel tempo proprimante detti

1) ma quel che io mi chiedo è questo:
siamo realmente sicuri che ciò noi chiamiamo passato continui ad esistere?
cioè quello che noi chiamiamo passato è realmente, anche via semplicemente teorica, raggiungibile o l'unica operazione possibile con il tempo è un rallentamento di questo?

2) il presente è un'unità dimanica che è un approssimazione tra passato e futuro infinitesimali(qualcosa di simile ai calcoli infinitesimali)ma un presente come fa ad essere presente?
l'approssimazione al momento propriamente zero è pressochè impossibile,la dinamicità del tempo è il limite stesso di un momento zero dire: in "questo preciso momento penso" porta inevitabilmente via con se quel momento
come si può quindi, anche ipotizzando gli universi paralleli infiniti, ritenere che, quel momento che vola via nello stesso momento in cui lo vivi, possa essere rivissuto?

3) e infinie il tempo chè per comodità è stato trasformato in secondi, minuti, ore, giorni, anni come può in teorici viaggi nel tempo essere selezionato?

1)Se esiste una dimensione spazio tempo, visualizzala come un foglio, quando scrivi la traccia rimane, quindi in linea teorica dovrebbe rimanere, attraverso gli wormhole si possa attraversare questo "foglio".

2)Il tempo è un susseguirsi di attimi, di "presenti", come da 1 a 2 ci sono infinite divisoni, da un tempo1 ad un altro tempo2 ci sono infiniti presenti, che non hanno consistenza nello spazio-tempo ma sono delle coordinate, un po' come il punto che è un'entità sul piano cartesiano, definirei il presente il punto dello spazio-tempo.

3)Bisogna avere un riferimento per dire "questa parte di spazio tempo corrisponde a un giorno" e ciò è ottenibile facendo un primo viaggio indietro, scoprire quanto siamo tornati dietro e dividere-aggiungere a seconda del riferimento che si vuole usare.

Torna in alto Andare in basso

Re: il viaggio nel tempo.

Messaggio Da Moltengod il Sab Apr 19, 2008 4:08 am

1)Se esiste una dimensione spazio tempo, visualizzala come un foglio, quando scrivi la traccia rimane, quindi in linea teorica dovrebbe rimanere, attraverso gli wormhole si possa attraversare questo "foglio".

2)Il tempo è un susseguirsi di attimi, di "presenti", come da 1 a 2 ci sono infinite divisoni, da un tempo1 ad un altro tempo2 ci sono infiniti presenti, che non hanno consistenza nello spazio-tempo ma sono delle coordinate, un po' come il punto che è un'entità sul piano cartesiano, definirei il presente il punto dello spazio-tempo.

3)Bisogna avere un riferimento per dire "questa parte di spazio tempo corrisponde a un giorno" e ciò è ottenibile facendo un primo viaggio indietro, scoprire quanto siamo tornati dietro e dividere-aggiungere a seconda del riferimento che si vuole usare.

1)una visione naturalistica del tempo è troppo semplificata,non è dimostrato che si formi diversi universi paralleli e in ogni caso il punto è questo:se esistono diversissime traccie e diversissimi universi paralleli come possiamo essere sicuri di finire in quel determinato universo?se è possibile una suddivisione ad albero genealogico per il futuro non significa forse che il nostro universo proviene da altri universi, e non vi è quindi la possibilità di imobaccare un'altra via verso l'universo che non conosciamo?

2)il tempo non può definirsi un semplice punto cartesiano, per visionare un presente e mantenerlo quindi statico bisogna fuoriscire dal tempo,fuoriuscire dal tempo significa semplicemente fuoriuscire da ciò che NOI consideriamo il tutto, e dove ci porta questo?a qualcosa che si trova fuori dal tempo, e quindi?non soggetto alle leggi di cui stiamo discutendo
visualizzare un presente significa guardarlo all'interno del tempo che scorre, e dato che nel nostro mondo il tempo "è" , viaggiare indietro nel tempo presume che tu fuoriesca dal tempo lo visualizzi decidi dove andare e ci arrivi, ma nel frattempo quel viaggio è istantaneo?ha un viaggio indietro nel tempo,paradossalmente una sua durata?può il viaggio nel tempo all'indietro essere misurato nel suo spostamento?si può cioè misurare un tempo nel tempo?

3)è proprio questo il punto, il tempo in se non conosce convenzioni e un viaggio nel tempo viene fatto secondo le regole del tempo, come si fa ipotizzare una macchina del tempo quando il tempo di per sè non ha ciò che noi chiamiamo "misura",la misura serve solo a noi per poter capire nella vita di tutti giorni,ma nel momento in cui hai a che fare con il tempo stesso, e nel momento in cui sei in balia del tempo quelle convenzioni non esistono, una macchina del tempo in relazione con il tempo a cui dici "vai indietro di 10 anni" cosa vuoi che capisca?bisognerebbe costruire una macchina impostandola in modo che essa riconosca nell'astrazione del tempo un'unità di misura
ma il tempo non si misura,e come si potrebbe?la macchina dovrebbe dire "ok questa è una porzione di tempo e io devo percorrere a ritroso dal punto B al punto A"ma come si visualizzerebbe?

anche nella più grande mente aperta alle più piccole possibilità si presentano problemi, nel viaggio nel tempo, talmente grandi che è praticamente impossibile anche solo pensarlo

Ben diverso è una deformazione spazio-temporale dove agisce la velocità della luce come veicolo

Torna in alto Andare in basso

Re: il viaggio nel tempo.

Messaggio Da Jaqen il Sab Apr 19, 2008 8:54 am

Moltengod ha scritto:
1)Se esiste una dimensione spazio tempo, visualizzala come un foglio, quando scrivi la traccia rimane, quindi in linea teorica dovrebbe rimanere, attraverso gli wormhole si possa attraversare questo "foglio".

2)Il tempo è un susseguirsi di attimi, di "presenti", come da 1 a 2 ci sono infinite divisoni, da un tempo1 ad un altro tempo2 ci sono infiniti presenti, che non hanno consistenza nello spazio-tempo ma sono delle coordinate, un po' come il punto che è un'entità sul piano cartesiano, definirei il presente il punto dello spazio-tempo.

3)Bisogna avere un riferimento per dire "questa parte di spazio tempo corrisponde a un giorno" e ciò è ottenibile facendo un primo viaggio indietro, scoprire quanto siamo tornati dietro e dividere-aggiungere a seconda del riferimento che si vuole usare.

1)una visione naturalistica del tempo è troppo semplificata,non è dimostrato che si formi diversi universi paralleli e in ogni caso il punto è questo:se esistono diversissime traccie e diversissimi universi paralleli come possiamo essere sicuri di finire in quel determinato universo?se è possibile una suddivisione ad albero genealogico per il futuro non significa forse che il nostro universo proviene da altri universi, e non vi è quindi la possibilità di imobaccare un'altra via verso l'universo che non conosciamo?

2)il tempo non può definirsi un semplice punto cartesiano, per visionare un presente e mantenerlo quindi statico bisogna fuoriscire dal tempo,fuoriuscire dal tempo significa semplicemente fuoriuscire da ciò che NOI consideriamo il tutto, e dove ci porta questo?a qualcosa che si trova fuori dal tempo, e quindi?non soggetto alle leggi di cui stiamo discutendo
visualizzare un presente significa guardarlo all'interno del tempo che scorre, e dato che nel nostro mondo il tempo "è" , viaggiare indietro nel tempo presume che tu fuoriesca dal tempo lo visualizzi decidi dove andare e ci arrivi, ma nel frattempo quel viaggio è istantaneo?ha un viaggio indietro nel tempo,paradossalmente una sua durata?può il viaggio nel tempo all'indietro essere misurato nel suo spostamento?si può cioè misurare un tempo nel tempo?

3)è proprio questo il punto, il tempo in se non conosce convenzioni e un viaggio nel tempo viene fatto secondo le regole del tempo, come si fa ipotizzare una macchina del tempo quando il tempo di per sè non ha ciò che noi chiamiamo "misura",la misura serve solo a noi per poter capire nella vita di tutti giorni,ma nel momento in cui hai a che fare con il tempo stesso, e nel momento in cui sei in balia del tempo quelle convenzioni non esistono, una macchina del tempo in relazione con il tempo a cui dici "vai indietro di 10 anni" cosa vuoi che capisca?bisognerebbe costruire una macchina impostandola in modo che essa riconosca nell'astrazione del tempo un'unità di misura
ma il tempo non si misura,e come si potrebbe?la macchina dovrebbe dire "ok questa è una porzione di tempo e io devo percorrere a ritroso dal punto B al punto A"ma come si visualizzerebbe?

anche nella più grande mente aperta alle più piccole possibilità si presentano problemi, nel viaggio nel tempo, talmente grandi che è praticamente impossibile anche solo pensarlo

Ben diverso è una deformazione spazio-temporale dove agisce la velocità della luce come veicolo

2) Non mi sono spiegato forse, non ho detto che il tempo è un punto nel piano cartesiano, ho detto che il presente è come un punto, però nel piano dell spazio-tempo, formato da 4 dimensioni, cioè le 3 dimensioni più il tempo.

Poi oh, questa è fantascienza, anche io ho i miei dubbi su quello che penso ma formulare un'ipotesi che possa essere verosimile è impossbile.

Torna in alto Andare in basso

Re: il viaggio nel tempo.

Messaggio Da Moltengod il Sab Apr 19, 2008 4:46 pm

puoi designare un punto della storia solo tramite le azioni
se vuoi arrivare in quel determinato momento ti troveresti di fronte a grossi problemi: quali?

dovresti descrivere esattamente tutto e dico TUTTO ciò che esisteva in quel determinato momento, ponendo, come dici tu, che il presente possa assomigliare ad una fotografia, quindi ciò che serve per poter tornare indietro nel tempo alle TUE condizioni sarebbe qualcosa che conosce ogni minimo dettagli di TUTTO l'universo in quel determinato minuto

altrimenti se vorresti ipotizzare un viaggio nel tempo dovresti sottostare a regole superiori e muoverti in un modo totalmente aleatorio tra i diversi universi paralleli, cioè andare in un universo parallelo x, al tempo y con infinito<x<infinito e ?<y<?

si può ipotizzare un viaggio nel tempo ma alle condizioni del caso

Torna in alto Andare in basso

Re: il viaggio nel tempo.

Messaggio Da Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Torna in alto Andare in basso

Torna in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum