Nessuna voglia, ma pare sia necessario

Pagina 1 di 2 1, 2  Seguente

Andare in basso

Nessuna voglia, ma pare sia necessario

Messaggio Da raulduke85 il Mar Gen 20, 2009 4:06 pm

Ciao tutti, ometto le informazioni su me stesso perchè non glie ne frega un cazzo a nessuno compreso il sottoscritto.

Non avevo voglia neanche di aprire l'argomento, ma pare che sia necessario.
Vi ho scoperto perchè cercavo le ricette di vari esplosivi su internet; qui le ho trovate, ma non ho voglia di sbattermi e comunque non ho alcun obbiettivo da far saltare in aria ed una bomba senza obbiettivo non ha ragione di esistere quasi come tutto quello che già c'è; quindi, con questo piccolo pensiero in testa, mi sono iscritto al forum: infine, dato che ho avuto modo di seguire altre discussioni e di notare quanto i vostri commenti possano essere perfidi gratuitamente, desidero mandare affanculo chiunque voglia prendere in giro una presentazione così svogliata e sciatta, ma così, giusto per non doverci più entrare a postare alcun reply.

Torna in alto Andare in basso

Re: Nessuna voglia, ma pare sia necessario

Messaggio Da Apolide metafisico il Mar Gen 20, 2009 4:14 pm

Mi sono ricordato di conoscere il XIII canto dell'inferno a memoria, e ho pensato di scriverlo qui.

Torna in alto Andare in basso

Re: Nessuna voglia, ma pare sia necessario

Messaggio Da rejino il Mar Gen 20, 2009 4:16 pm

hach ki’imak in wo’ol in kaholtikech.
avatar
rejino
u tso’otsoob bool'ay


Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: Nessuna voglia, ma pare sia necessario

Messaggio Da raulduke85 il Mar Gen 20, 2009 4:35 pm

Apolide metafisico ha scritto:Mi sono ricordato di conoscere il XIII canto dell'inferno a memoria, e ho pensato di scriverlo qui.

wow il canto degli iracondi e degli accidiosi; avevo promesso che non avrei risposto, ma dinanzi ad un letterato del tuo calibro non posso fare altro che domandarti questo, a scopo puramente informativo si intende:
ti provoca un certo sollazzo la cultura ed il pensiero di essere una persona acuta vero?

n.b. io sottolinerei la finezza del "ottavo" scritto "XIII"; questo è pura arguzia

Torna in alto Andare in basso

Re: Nessuna voglia, ma pare sia necessario

Messaggio Da Apolide metafisico il Mar Gen 20, 2009 4:43 pm

raulduke85 ha scritto:
Apolide metafisico ha scritto:Mi sono ricordato di conoscere il XIII canto dell'inferno a memoria, e ho pensato di scriverlo qui.

wow il canto degli iracondi e degli accidiosi; avevo promesso che non avrei risposto, ma dinanzi ad un letterato del tuo calibro non posso fare altro che domandarti questo, a scopo puramente informativo si intende:
ti provoca un certo sollazzo la cultura ed il pensiero di essere una persona acuta vero?

n.b. io sottolinerei la finezza del "ottavo" scritto "XIII"; questo è pura arguzia
Infatti non è l'ottavo, idiota, ma il tredicesimo. Quello dei sodomiti e dei suicidi.
Potrei proseguire oltre, ma sarebbe un delitto offuscare un'EPIC FAIL di questo calibro.

Torna in alto Andare in basso

Re: Nessuna voglia, ma pare sia necessario

Messaggio Da rejino il Mar Gen 20, 2009 4:48 pm

raulduke85 ha scritto:
Apolide metafisico ha scritto:Mi sono ricordato di conoscere il XIII canto dell'inferno a memoria, e ho pensato di scriverlo qui.

wow il canto degli iracondi e degli accidiosi; avevo promesso che non avrei risposto, ma dinanzi ad un letterato del tuo calibro non posso fare altro che domandarti questo, a scopo puramente informativo si intende:
ti provoca un certo sollazzo la cultura ed il pensiero di essere una persona acuta vero?

n.b. io sottolinerei la finezza del "ottavo" scritto "XIII"; questo è pura arguzia

a bin ti ta' sìsì
avatar
rejino
u tso’otsoob bool'ay


Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: Nessuna voglia, ma pare sia necessario

Messaggio Da raulduke85 il Mar Gen 20, 2009 5:00 pm

è vero, hai proprio ragione, che brutta figura; sono al lavoro e non ho esattamente il tempo che vorei da dedicare alle risposte, comunque il succo non cambia: sostituisci ottavo con tredicesimo ed accidiosi con sodomiti ed il resto rimane quello (sguaaazzi nell'autocompiacimento!) poi se non sbaglio aspetti la morte e dopo non c'è nulla giusto? allora la soddisfazione per questo mio goffo errore svanirà presto sostituita dallo sconforto:
sono appena arrivato ed ho già la sensazione che le nostre soddisfazioni funzionino in modo inversamente proprzionale


Per il resto sai che ti spetta il "affanculo" che avevo promesso noel primo post no?

Torna in alto Andare in basso

Re: Nessuna voglia, ma pare sia necessario

Messaggio Da Apolide metafisico il Mar Gen 20, 2009 5:25 pm

raulduke85 ha scritto:è vero, hai proprio ragione, che brutta figura; sono al lavoro e non ho esattamente il tempo che vorei da dedicare alle risposte, comunque il succo non cambia: sostituisci ottavo con tredicesimo ed accidiosi con sodomiti ed il resto rimane quello (sguaaazzi nell'autocompiacimento!) poi se non sbaglio aspetti la morte e dopo non c'è nulla giusto? allora la soddisfazione per questo mio goffo errore svanirà presto sostituita dallo sconforto:
sono appena arrivato ed ho già la sensazione che le nostre soddisfazioni funzionino in modo inversamente proprzionale


Per il resto sai che ti spetta il "affanculo" che avevo promesso noel primo post no?
Il fatto che tu sia a lavoro non legittima la cazzate che spari. Anzi, al massimo le aggrava.
Senza contare che il mio primo post era solo volutamente fuori luogo. Non mirava all'autocompiacimento, nè all'ingiuria. Ma considerando il tenore delle tue risposte, non posso certo dirmi sorpreso davanti alle tue difficoltà intellettive.
Infine: perchè mai la morte dovrebbe accompagnarsi allo sconforto?
Sei stupido.

Torna in alto Andare in basso

Re: Nessuna voglia, ma pare sia necessario

Messaggio Da forchetta sporca il Mar Gen 20, 2009 5:50 pm

La prossima volta prova a scrivere tutte le parole senza vocali, è più di moda Wink

Torna in alto Andare in basso

Re: Nessuna voglia, ma pare sia necessario

Messaggio Da raulduke85 il Mar Gen 20, 2009 5:57 pm

il fatto che sono al lavoro significa che non ho tempo di leggere attentamente il tuo post e mi capita di scambiare un x per una v, anche perche VIII ci poteva stare dato che c'entravano gli accidiosi ed il titolo dell'argomento è "nessuna voglia,ma.."
Peraltro le mie sono più che altro difficoltà visive e rlazionali che intellettive;

per lo "stupido" sicuramente però anche tu non sei da meno: se aspetti la morte è evidente che non è quella fonte di sconforto, quanto più che altro l'attesa, ma se hai un proiettile ti libero

Torna in alto Andare in basso

Re: Nessuna voglia, ma pare sia necessario

Messaggio Da raulduke85 il Mar Gen 20, 2009 5:59 pm

forchetta sporca ha scritto:La prossima volta prova a scrivere tutte le parole senza vocali, è più di moda Wink
Grazie del consiglio; terrò a mente..
ah una curiosità: cosa ascolti col lettore sulla croce?

Torna in alto Andare in basso

Re: Nessuna voglia, ma pare sia necessario

Messaggio Da Apolide metafisico il Mar Gen 20, 2009 6:06 pm

raulduke85 ha scritto:il fatto che sono al lavoro significa che non ho tempo di leggere attentamente il tuo post e mi capita di scambiare un x per una v, anche perche VIII ci poteva stare dato che c'entravano gli accidiosi ed il titolo dell'argomento è "nessuna voglia,ma.."
Peraltro le mie sono più che altro difficoltà visive e rlazionali che intellettive;

per lo "stupido" sicuramente però anche tu non sei da meno: se aspetti la morte è evidente che non è quella fonte di sconforto, quanto più che altro l'attesa, ma se hai un proiettile ti libero
Se ti serve addirittura una quantità consistente di tempo per capire ciò che leggi, evita di postare, così ti risparmi certe figure.
Per altro non hai scambiato una X per una V, infatti mi hai corretto scrivendo "n.b. io sottolinerei la finezza del "ottavo" scritto "XIII"; questo è pura arguzia" asd
Fatico ad immaginare una disfatta più totale. Complimenti, davvero.
Infine: il suicidio è un atto di estrema vitalità, forse il più vitale in assoluto. Non vedo come possa essermi accostato, dunque.

Torna in alto Andare in basso

Re: Nessuna voglia, ma pare sia necessario

Messaggio Da forchetta sporca il Mar Gen 20, 2009 6:13 pm

raulduke85 ha scritto:
forchetta sporca ha scritto:La prossima volta prova a scrivere tutte le parole senza vocali, è più di moda Wink
Grazie del consiglio; terrò a mente..
ah una curiosità: cosa ascolti col lettore sulla croce?
Non era espressamente rivolto a te, egocentrico.
Purtroppo il lettore è spento,comunque.

Torna in alto Andare in basso

Re: Nessuna voglia, ma pare sia necessario

Messaggio Da raulduke85 il Mar Gen 20, 2009 7:12 pm

Apolide metafisico ha scritto:
raulduke85 ha scritto:il fatto che sono al lavoro significa che non ho tempo di leggere attentamente il tuo post e mi capita di scambiare un x per una v, anche perche VIII ci poteva stare dato che c'entravano gli accidiosi ed il titolo dell'argomento è "nessuna voglia,ma.."
Peraltro le mie sono più che altro difficoltà visive e rlazionali che intellettive;

per lo "stupido" sicuramente però anche tu non sei da meno: se aspetti la morte è evidente che non è quella fonte di sconforto, quanto più che altro l'attesa, ma se hai un proiettile ti libero
Se ti serve addirittura una quantità consistente di tempo per capire ciò che leggi, evita di postare, così ti risparmi certe figure.
Per altro non hai scambiato una X per una V, infatti mi hai corretto scrivendo "n.b. io sottolinerei la finezza del "ottavo" scritto "XIII"; questo è pura arguzia" asd
Fatico ad immaginare una disfatta più totale. Complimenti, davvero.
Infine: il suicidio è un atto di estrema vitalità, forse il più vitale in assoluto. Non vedo come possa essermi accostato, dunque.

ma se ti sparo io non è suicidio comunque, pensaci..non dovresti fare nulla.
La questione non è di tempo consistente, ma adeguato; dovresti essere alla mio posto per rendertene conto.
Oltretutto anche prendendo in considerazione l'ipotesi che io non conosca i numeri romani ( cosa che non è; ed io sono uno che ha una certa avversione per la cultura a certi livelli: ad esempio uno come te se avesse finito di studiare in terza elementare vivrebbe sicuramente in modo più sereno) non vedo cosa c'entri l'ignoranza con la stupidità.
Il fatto di considerare il suicidio un gesto vitale poi è solo una scelta di comodo: vuoi morire, ma non vuoi toglierti la vita.. posso solo consigliarti di andare a rifletterci nel mezzo di un incrocio stradale

Torna in alto Andare in basso

Re: Nessuna voglia, ma pare sia necessario

Messaggio Da Apolide metafisico il Mar Gen 20, 2009 7:17 pm

raulduke85 ha scritto:
Apolide metafisico ha scritto:
raulduke85 ha scritto:il fatto che sono al lavoro significa che non ho tempo di leggere attentamente il tuo post e mi capita di scambiare un x per una v, anche perche VIII ci poteva stare dato che c'entravano gli accidiosi ed il titolo dell'argomento è "nessuna voglia,ma.."
Peraltro le mie sono più che altro difficoltà visive e rlazionali che intellettive;

per lo "stupido" sicuramente però anche tu non sei da meno: se aspetti la morte è evidente che non è quella fonte di sconforto, quanto più che altro l'attesa, ma se hai un proiettile ti libero
Se ti serve addirittura una quantità consistente di tempo per capire ciò che leggi, evita di postare, così ti risparmi certe figure.
Per altro non hai scambiato una X per una V, infatti mi hai corretto scrivendo "n.b. io sottolinerei la finezza del "ottavo" scritto "XIII"; questo è pura arguzia" asd
Fatico ad immaginare una disfatta più totale. Complimenti, davvero.
Infine: il suicidio è un atto di estrema vitalità, forse il più vitale in assoluto. Non vedo come possa essermi accostato, dunque.

ma se ti sparo io non è suicidio comunque, pensaci..non dovresti fare nulla.
La questione non è di tempo consistente, ma adeguato; dovresti essere alla mio posto per rendertene conto.
Oltretutto anche prendendo in considerazione l'ipotesi che io non conosca i numeri romani ( cosa che non è; ed io sono uno che ha una certa avversione per la cultura a certi livelli: ad esempio uno come te se avesse finito di studiare in terza elementare vivrebbe sicuramente in modo più sereno) non vedo cosa c'entri l'ignoranza con la stupidità.
Il fatto di considerare il suicidio un gesto vitale poi è solo una scelta di comodo: vuoi morire, ma non vuoi toglierti la vita.. posso solo consigliarti di andare a rifletterci nel mezzo di un incrocio stradale
Dove hai letto che voglio morire? Perchè io non l'ho scritto da nessuna parte.
ll fatto che tu sappia muoverti solo entro i confini della banalità non ti autorizza ad inventare situazioni banali. Finiscila, dai.

Torna in alto Andare in basso

Re: Nessuna voglia, ma pare sia necessario

Messaggio Da rejino il Mar Gen 20, 2009 7:20 pm

raulduke85 ha scritto:ad esempio uno come te se avesse finito di studiare in terza elementare vivrebbe sicuramente in modo più sereno)

è verissimo. ha ragione.
avatar
rejino
u tso’otsoob bool'ay


Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: Nessuna voglia, ma pare sia necessario

Messaggio Da Apolide metafisico il Mar Gen 20, 2009 7:23 pm

adjectif du rien ha scritto:
raulduke85 ha scritto:ad esempio uno come te se avesse finito di studiare in terza elementare vivrebbe sicuramente in modo più sereno)

è verissimo. ha ragione.
Ma non è vero. Mio nonno non ha neanche la prima elementare. Ha lavorato come una bestia tutta la vita, e non è mai stato sereno. Sempre incazzoso ed infelice.

Torna in alto Andare in basso

Re: Nessuna voglia, ma pare sia necessario

Messaggio Da rejino il Mar Gen 20, 2009 7:25 pm

Apolide metafisico ha scritto:
adjectif du rien ha scritto:
raulduke85 ha scritto:ad esempio uno come te se avesse finito di studiare in terza elementare vivrebbe sicuramente in modo più sereno)

è verissimo. ha ragione.
Ma non è vero. Mio nonno non ha neanche la prima elementare. Ha lavorato come una bestia tutta la vita, e non è mai stato sereno. Sempre incazzoso ed infelice.

avrebbe dovuto arrivare almeno fino in 3 media, quella è la tappa per la felicità. nè più nè meno.
avatar
rejino
u tso’otsoob bool'ay


Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: Nessuna voglia, ma pare sia necessario

Messaggio Da raulduke85 il Mar Gen 20, 2009 7:37 pm

Vedo che ti piace ribattere solo quello che ti fa comodo, interessante...
Visto che la metti così il soggetto della frase " vuoi morire..." è un tu generico.
Parli di banalità come se ne fossi al di sopra.. divertente; posso sapere tu cosa hai fatto o chi sei per qualificarti al di sopra della banalità? dato che essere iscritto ad un forum di disadattati non mi sembra un cosa che ti rende più intelligente di qualcun altro.
Io sono banale; tu invece dai dello stupido ad uno che ha compiuto un errore che si classifica come svista; certo con straordinario tempismo, come si classifica invece una persona (o magari sei un emo?) che critica senza conoscere? (ho in mente un paio di aggettivi sìsì )

Torna in alto Andare in basso

Re: Nessuna voglia, ma pare sia necessario

Messaggio Da Apolide metafisico il Mar Gen 20, 2009 7:41 pm

raulduke85 ha scritto:Vedo che ti piace ribattere solo quello che ti fa comodo, interessante...
Visto che la metti così il soggetto della frase " vuoi morire..." è un tu generico.
Parli di banalità come se ne fossi al di sopra.. divertente; posso sapere tu cosa hai fatto o chi sei per qualificarti al di sopra della banalità? dato che essere iscritto ad un forum di disadattati non mi sembra un cosa che ti rende più intelligente di qualcun altro.
Io sono banale; tu invece dai dello stupido ad uno che ha compiuto un errore che si classifica come svista; certo con straordinario tempismo, come si classifica invece una persona (o magari sei un emo?) che critica senza conoscere? (ho in mente un paio di aggettivi sìsì )
Non è una svista. Tu hai letto "XIII" e hai risposto come se mi riferissi al canto VIII. Non solo, mi hai pure corretto, tentando di deridermi, per aver scritto XIII al posto che VIII. Peccato che io, scrivendo XIII, intendessi propio il tredicesimo canto. Sinceramente non ho idea di come hai fatto a tirarti la zappa sullo scroto con una simile precisione, quasi chirurgica. Non solo: me ne frego. E dovresti farlo anche tu, incassando una banale umiliazione e smettendola di appigliarti a ridicole scuse (che nessuno ti ha richiesto, nè è intenzionato ad ascoltare).

Torna in alto Andare in basso

Re: Nessuna voglia, ma pare sia necessario

Messaggio Da raulduke85 il Mar Gen 20, 2009 7:50 pm

Apolide metafisico ha scritto:
adjectif du rien ha scritto:
raulduke85 ha scritto:ad esempio uno come te se avesse finito di studiare in terza elementare vivrebbe sicuramente in modo più sereno)

è verissimo. ha ragione.
Ma non è vero. Mio nonno non ha neanche la prima elementare. Ha lavorato come una bestia tutta la vita, e non è mai stato sereno. Sempre incazzoso ed infelice.

Ma cosa c'entra tuo nonno? Le cose vanno contestualizzate:
Si sarà anche vissuto la Guerra mondiale, ma gente come noi che non sa cosa sia la fame, non ha mai patito di vivere in mezzo ad una guerra, oppure non lavora in miniera ( e si fa per dire) che razza di motivo puo avere per essere infelice cronico se non quello di aver studiato troppo e di avere una personalità che lo spinge al pessimismo?
Vedrai che se ti eri evitato di studiare un buona parte di filosofia e letteratura pur essendo pessimista non saresti mai arrivato a dire: "il suicidio è un gesto vitale che non mi si addice" o roba del genere.
Credi che la gente nasca così com'è da adulta oppure lo sia diventata piano piano, col tempo? Io da piccolo mi trovavo bene da solo; mai avuto bisogno degli altri e cose così, ma a 9 anni non pensavo certo "ah quanto sono triste.. quanto sono inadeguato per il mondo.. quanto il mondo è inadeguato per me.. e mene del genere"; la cultura ha una buona fetta di colpa: non tutta, ma gran parte.

Torna in alto Andare in basso

Re: Nessuna voglia, ma pare sia necessario

Messaggio Da rejino il Mar Gen 20, 2009 7:53 pm

avatar
rejino
u tso’otsoob bool'ay


Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: Nessuna voglia, ma pare sia necessario

Messaggio Da raulduke85 il Mar Gen 20, 2009 8:04 pm

Apolide metafisico ha scritto:
raulduke85 ha scritto:Vedo che ti piace ribattere solo quello che ti fa comodo, interessante...
Visto che la metti così il soggetto della frase " vuoi morire..." è un tu generico.
Parli di banalità come se ne fossi al di sopra.. divertente; posso sapere tu cosa hai fatto o chi sei per qualificarti al di sopra della banalità? dato che essere iscritto ad un forum di disadattati non mi sembra un cosa che ti rende più intelligente di qualcun altro.
Io sono banale; tu invece dai dello stupido ad uno che ha compiuto un errore che si classifica come svista; certo con straordinario tempismo, come si classifica invece una persona (o magari sei un emo?) che critica senza conoscere? (ho in mente un paio di aggettivi sìsì )
Non è una svista. Tu hai letto "XIII" e hai risposto come se mi riferissi al canto VIII. Non solo, mi hai pure corretto, tentando di deridermi, per aver scritto XIII al posto che VIII. Peccato che io, scrivendo XIII, intendessi propio il tredicesimo canto. Sinceramente non ho idea di come hai fatto a tirarti la zappa sullo scroto con una simile precisione, quasi chirurgica. Non solo: me ne frego. E dovresti farlo anche tu, incassando una banale umiliazione e smettendola di appigliarti a ridicole scuse (che nessuno ti ha richiesto, nè è intenzionato ad ascoltare).

Ehi, guarda che si tratta di un fraintendimento; io non ho tentato di deriderti perche avevi scritto XII al posto di VIII; ho solo detto che ho fatto un passaggio mentale del cazzo:
so che il canto VIII è il canto degli iracondi e degli accidiosi, so che la discussione si chiama "nessuna voglia,ma.." quindi ho collegato "nessuna voglia" a Divina Commedia e ho pensato subito all'VIII canto perche per quanto possa essere strano l'ho letta diverse volte, in particolare proprio l'Inferno; poi leggendo ho visto XIII, ma ho pensato subito ad VIII, perciò io ti ho risposto pensando sempre che XIII fosse VIII senza averci neanche fatto caso; una figura del cazzo ok.
Puoi trarre la conclusione che non so i numeri romani: non me ne frega un cazzo.
Puoi trarre la conclusione che ho una mente malata: non me ne frega un cazzo.
Puoi non trarre alcuna conclusione e pensa.. non me ne frega un cazzo.
Ma se ti rispondo e mi dai dello stupido per una cosa banale, facendo il superiore allora forse dovresti rivedere il tuo metro di giudizio.
Detto tutto questo nessun problema: tu hai ragione, io torto, ora come funziona ti senti uno o svariati gradini piu in alto? no davvero non è per essere faziosi ,ma proprio non capisco dove vuoi andare a parare

Torna in alto Andare in basso

Re: Nessuna voglia, ma pare sia necessario

Messaggio Da Apolide metafisico il Mar Gen 20, 2009 8:05 pm

raulduke85 ha scritto:
Apolide metafisico ha scritto:
adjectif du rien ha scritto:
raulduke85 ha scritto:ad esempio uno come te se avesse finito di studiare in terza elementare vivrebbe sicuramente in modo più sereno)

è verissimo. ha ragione.
Ma non è vero. Mio nonno non ha neanche la prima elementare. Ha lavorato come una bestia tutta la vita, e non è mai stato sereno. Sempre incazzoso ed infelice.

Ma cosa c'entra tuo nonno? Le cose vanno contestualizzate:
Si sarà anche vissuto la Guerra mondiale, ma gente come noi che non sa cosa sia la fame, non ha mai patito di vivere in mezzo ad una guerra, oppure non lavora in miniera ( e si fa per dire) che razza di motivo puo avere per essere infelice cronico se non quello di aver studiato troppo e di avere una personalità che lo spinge al pessimismo?
Vedrai che se ti eri evitato di studiare un buona parte di filosofia e letteratura pur essendo pessimista non saresti mai arrivato a dire: "il suicidio è un gesto vitale che non mi si addice" o roba del genere.
Credi che la gente nasca così com'è da adulta oppure lo sia diventata piano piano, col tempo? Io da piccolo mi trovavo bene da solo; mai avuto bisogno degli altri e cose così, ma a 9 anni non pensavo certo "ah quanto sono triste.. quanto sono inadeguato per il mondo.. quanto il mondo è inadeguato per me.. e mene del genere"; la cultura ha una buona fetta di colpa: non tutta, ma gran parte.
Non è il mio caso. Perchè io non sono infelice.

Torna in alto Andare in basso

Re: Nessuna voglia, ma pare sia necessario

Messaggio Da Apolide metafisico il Mar Gen 20, 2009 8:06 pm

raulduke85 ha scritto:
Apolide metafisico ha scritto:
raulduke85 ha scritto:Vedo che ti piace ribattere solo quello che ti fa comodo, interessante...
Visto che la metti così il soggetto della frase " vuoi morire..." è un tu generico.
Parli di banalità come se ne fossi al di sopra.. divertente; posso sapere tu cosa hai fatto o chi sei per qualificarti al di sopra della banalità? dato che essere iscritto ad un forum di disadattati non mi sembra un cosa che ti rende più intelligente di qualcun altro.
Io sono banale; tu invece dai dello stupido ad uno che ha compiuto un errore che si classifica come svista; certo con straordinario tempismo, come si classifica invece una persona (o magari sei un emo?) che critica senza conoscere? (ho in mente un paio di aggettivi sìsì )
Non è una svista. Tu hai letto "XIII" e hai risposto come se mi riferissi al canto VIII. Non solo, mi hai pure corretto, tentando di deridermi, per aver scritto XIII al posto che VIII. Peccato che io, scrivendo XIII, intendessi propio il tredicesimo canto. Sinceramente non ho idea di come hai fatto a tirarti la zappa sullo scroto con una simile precisione, quasi chirurgica. Non solo: me ne frego. E dovresti farlo anche tu, incassando una banale umiliazione e smettendola di appigliarti a ridicole scuse (che nessuno ti ha richiesto, nè è intenzionato ad ascoltare).

Ehi, guarda che si tratta di un fraintendimento; io non ho tentato di deriderti perche avevi scritto XII al posto di VIII; ho solo detto che ho fatto un passaggio mentale del cazzo:
so che il canto VIII è il canto degli iracondi e degli accidiosi, so che la discussione si chiama "nessuna voglia,ma.." quindi ho collegato "nessuna voglia" a Divina Commedia e ho pensato subito all'VIII canto perche per quanto possa essere strano l'ho letta diverse volte, in particolare proprio l'Inferno; poi leggendo ho visto XIII, ma ho pensato subito ad VIII, perciò io ti ho risposto pensando sempre che XIII fosse VIII senza averci neanche fatto caso; una figura del cazzo ok.
Puoi trarre la conclusione che non so i numeri romani: non me ne frega un cazzo.
Puoi trarre la conclusione che ho una mente malata: non me ne frega un cazzo.
Puoi non trarre alcuna conclusione e pensa.. non me ne frega un cazzo.
Ma se ti rispondo e mi dai dello stupido per una cosa banale, facendo il superiore allora forse dovresti rivedere il tuo metro di giudizio.
Detto tutto questo nessun problema: tu hai ragione, io torto, ora come funziona ti senti uno o svariati gradini piu in alto? no davvero non è per essere faziosi ,ma proprio non capisco dove vuoi andare a parare
Da nessuna parte, per me era finita alla prima replica. Anzi, non è mai iniziata asd

Torna in alto Andare in basso

Re: Nessuna voglia, ma pare sia necessario

Messaggio Da Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Torna in alto Andare in basso

Pagina 1 di 2 1, 2  Seguente

Torna in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum