non tocchiamo mai nessuno.

Pagina 2 di 3 Precedente  1, 2, 3  Seguente

Andare in basso

Re: non tocchiamo mai nessuno.

Messaggio Da shinimasu. il Gio Nov 20, 2008 4:46 pm

ma quì non si discute di ciò che dice un vocabolario. i vocabolari dicono stronzate, così come le dicono tutti.

avere dubbi sull'esistenza della tazza di caffè o dei sensi umani è lecito, più che mai, quindi non rompete il cazzo.

Torna in alto Andare in basso

Re: non tocchiamo mai nessuno.

Messaggio Da Apolide metafisico il Gio Nov 20, 2008 5:27 pm

Il problema è che rejino tratta l'esperienza alla stregua della teologia, vaneggiando di concetti assoluti e stravaganze metafisiche.
E non sbaglia, dopotutto il mondo non esiste più di quanto non faccia dio.

Torna in alto Andare in basso

Re: non tocchiamo mai nessuno.

Messaggio Da rejino il Gio Nov 20, 2008 6:45 pm

Apolide metafisico ha scritto:Il problema è che rejino tratta l'esperienza alla stregua della teologia, vaneggiando di concetti assoluti e stravaganze metafisiche.
E non sbaglia, dopotutto il mondo non esiste più di quanto non faccia dio.

<3
avatar
rejino
u tso’otsoob bool'ay


Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: non tocchiamo mai nessuno.

Messaggio Da Elysia il Sab Nov 22, 2008 12:23 am

shinimasu. ha scritto:ma quì non si discute di ciò che dice un vocabolario. i vocabolari dicono stronzate, così come le dicono tutti.

avere dubbi sull'esistenza della tazza di caffè o dei sensi umani è lecito, più che mai, quindi non rompete il cazzo.

Lo so che i vocabolari dicono stronzate ma l'italiano lo usiamo per esprimere concetti e se non ci fosse concomitanza sul significato dei termini non ci sarebbe nemmeno comprensione.

Torna in alto Andare in basso

Re: non tocchiamo mai nessuno.

Messaggio Da shinimasu. il Sab Nov 22, 2008 12:36 am

e chi ha detto che devi comprendere?

Torna in alto Andare in basso

Re: non tocchiamo mai nessuno.

Messaggio Da Elysia il Sab Nov 22, 2008 2:06 pm

Non è che devo, voglio.

Torna in alto Andare in basso

Re: non tocchiamo mai nessuno.

Messaggio Da shinimasu. il Sab Nov 22, 2008 2:47 pm

questo è male, molto male.

Torna in alto Andare in basso

Re: non tocchiamo mai nessuno.

Messaggio Da Moltengod il Sab Nov 22, 2008 10:08 pm

adjectif du rien ha scritto:No. il fatto è che siamo composti da atomi, che naturalmente non possono toccarsi perché il loro strato più esterno è composto da elettroni quindi - e - si respingono. la sensazione del tatto è provocata solo dalla repulsione colombiana, e non da un contatto fisico diretto come molti credono.
quindi quando scopate, scordatevi di toccare col pene la vagina della vostra amata. un ennesima farsa di dio.

se volete smentitemi, una volta un tipo c'aveva provato su questo argomento ma poi si è ritirato... boh

Infatti non è l'azione del toccare che rende l'azione di "toccare"
Il contatto fisico non esiste a prescindere come dici tu, e se qualcuno ha mai pensato che si tocchi ha totalmente sbagliato tutto fin dall'inizio
Ma comunque esiste un ponte, un tramite che ci mette in contatto con gli oggetti con cui interagiamo
Il contatto è l'informazione sottoforma di messaggio elettrico, o conduttanza delle cellule
La "sensazione" è la trasformazione di segnali elettrici trasformati dai vari moduli del nostro cervello
La fisiologia ci insegna che la nostra cute è piena di neuroni sensibili alla modificazioni della sua superficie
Quindi tra livello subatomico e macroscopico c'è qualcosa che rende l'azione del "toccare" in un certo senso "reale", perchè se le fibre deputate alla trasmissione dei segnali non subiscono modifiche nella loro superficie non esiste sensazione tattiel

Torna in alto Andare in basso

Re: non tocchiamo mai nessuno.

Messaggio Da rejino il Sab Nov 22, 2008 10:59 pm

certo, alla fine il mondo è il frutto delle nostre sensazioni.
avatar
rejino
u tso’otsoob bool'ay


Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: non tocchiamo mai nessuno.

Messaggio Da Moltengod il Sab Nov 22, 2008 11:08 pm

adjectif du rien ha scritto:certo, alla fine il mondo è il frutto delle nostre sensazioni.

sicuramente, ma rimane comunque secondo un affermazione troppo generale

Tutti dicono che i colori non esistono, è questo è relativamente giusto, ma è comunque vero che ciò che noi vediamo sono onde tra i 350 e 750 millimicron, cioè onde che stimolano le cellule retiniche, quindi il rosso è rosso e non blu, perchè corrisponde ad una determinata frequenza di onde
L'acqua è calda perchè gli atomi si cui è composta si muovono più velocemente e noi lo sentiamo, ma l'acqua è calda
una superficie è solida perchè gli elettroni girano attorno al nucleo più velocemente, ma l'oggetto è solido
Tra il mondo subatomico e quello macroscopico c'è differenza
Il mondo non è frutto della nostre sensazioni perchè il mondo non è creato solo per noi
Il mondo esiste a prescindere da noi, e le varie teorie idealistiche hanno sicuramente un fondamento, ma non si basano su dati empirici
La differenza tra realismo ed idealismo è che il realismo è sempre qui davanti a noi, l'idealismo è un semplice postulato

Torna in alto Andare in basso

Re: non tocchiamo mai nessuno.

Messaggio Da rejino il Dom Nov 23, 2008 1:19 am

sono daccordo sul fatto che il mondo esisterebbe anche senza di noi, non sono certo così arrogante da affermare una cosa simile. tuttavia le nostra sensazioni potrebbero essere limitate, come lo sono - sotto certi aspetti - quelle degli animali. per esempio per i cani non esistono tutti i nostri colori, e noi potremmo avere un handicap simile che non ci fa percepire chissà quante cose.
per fare un altro esempio le onde radio noi non le percepiamo minimamente, eppure con un ricevitore adatto esse si tramutano in suoni, o immagini, da noi intelligibili. Il mondo che viviamo è quello offertoci dalle nostre sensazioni e dai nostri studi, ma mi sembra logico che un essere con caratteristiche diverse dalle nostre possa percepire le cose in modo totalmente differente.
avatar
rejino
u tso’otsoob bool'ay


Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: non tocchiamo mai nessuno.

Messaggio Da Moltengod il Dom Nov 23, 2008 4:43 am

adjectif du rien ha scritto:sono daccordo sul fatto che il mondo esisterebbe anche senza di noi, non sono certo così arrogante da affermare una cosa simile. tuttavia le nostra sensazioni potrebbero essere limitate, come lo sono - sotto certi aspetti - quelle degli animali. per esempio per i cani non esistono tutti i nostri colori, e noi potremmo avere un handicap simile che non ci fa percepire chissà quante cose.
per fare un altro esempio le onde radio noi non le percepiamo minimamente, eppure con un ricevitore adatto esse si tramutano in suoni, o immagini, da noi intelligibili. Il mondo che viviamo è quello offertoci dalle nostre sensazioni e dai nostri studi, ma mi sembra logico che un essere con caratteristiche diverse dalle nostre possa percepire le cose in modo totalmente differente.

ah ok avevo inteso in modo differente
fondamentalmente noi siamo solo il frutto dell'evoluzione, e come tali abbiamo sviluppato solo determinati aspetti

Torna in alto Andare in basso

Re: non tocchiamo mai nessuno.

Messaggio Da Apolide metafisico il Dom Nov 23, 2008 11:14 pm

Moltengod ha scritto:
adjectif du rien ha scritto:certo, alla fine il mondo è il frutto delle nostre sensazioni.

sicuramente, ma rimane comunque secondo un affermazione troppo generale

Tutti dicono che i colori non esistono, è questo è relativamente giusto, ma è comunque vero che ciò che noi vediamo sono onde tra i 350 e 750 millimicron, cioè onde che stimolano le cellule retiniche, quindi il rosso è rosso e non blu, perchè corrisponde ad una determinata frequenza di onde
L'acqua è calda perchè gli atomi si cui è composta si muovono più velocemente e noi lo sentiamo, ma l'acqua è calda
una superficie è solida perchè gli elettroni girano attorno al nucleo più velocemente, ma l'oggetto è solido
Tra il mondo subatomico e quello macroscopico c'è differenza
Il mondo non è frutto della nostre sensazioni perchè il mondo non è creato solo per noi
Il mondo esiste a prescindere da noi, e le varie teorie idealistiche hanno sicuramente un fondamento, ma non si basano su dati empirici
La differenza tra realismo ed idealismo è che il realismo è sempre qui davanti a noi, l'idealismo è un semplice postulato
Non diciamo stronzate, per piacere. E' il realismo a partire da un postulato (l'esistenza d'una realtà esterne ed autonoma rispetto all'io), non il contrario.
Ho letto di recente un testo di Severino a proposito di questo argomento. Siccome non ho voglia di riassumerlo, ne copio uno stralcio particolarmente esaustivo.

Ma prima di indicare il nuovo senso del mondo che scaturisce dalla negazione idealistica della cosa in sé, è opportuno
mettere compiutamente in luce le ragioni di fondo del fallimento di ogni tentativo, compiuto dalla filosofia moderna
prima dell'idealismo, di dimostrare l'esistenza della realtà in sé stessa.
<Il “circolo vizioso” della filosofia moderna da Cartesio a Kant>
All'inizio della ricostruzione radicale dell'epistéme, Cartesio ammette esplicitamente la possibilità che non esista altra
realtà all'infuori dell'io, del pensiero. L'applicazione del principio di causalità alle idee — ossia al contenuto immediato
del pensiero, all' "essere oggettivo" — ha appunto l'intento di dimostrare che al di là delle idee esiste la "realtà
formale", cioè la realtà in sé stessa (di Dio, e quindi del mondo corporeo), che contiene realmente quanto è contenuto
rappresentativamente ("oggettivamente") nelle idee e che è, appunto, la causa del loro contenuto rappresentativo.
Orbene, l'applicazione del principio di causalità alle idee è effettuabile solo se si presuppone che le idee siano effetto di
una certa causa, cioè solo se le si intende come effetti di una certa causa. E le idee sono intese come effetti, appunto
perché sono intese come "rappresentazioni", "immagini", "quadri", e cioè proprio perché sono intese come "idee";
giacché ogni rappresentazione è rappresentazione di qualcosa che, da ultimo, non può essere a sua volta
rappresentazione, ma è la realtà (la "realtà formale"!) di cui la rappresentazione è rappresentazione.
Ciò significa che quando Cartesio, all'inizio della ricostruzione dell'epistéme, afferma che il contenuto immediato del
pensiero, ossia il mondo che ci circonda, è costituito da "idee", già sin dall'inizio egli intende le "idee" come qualcosa di
relativo alla realtà che in esse è rappresentata (e che è esterna a esse così come il modello di un quadro è esterno al
quadro); e quindi, già sin dall'inizio, egli implicitamente considera come esistente quella realtà in sé, "formale", della
quale, d'altra parte, egli si propone esplicitamente di dimostrare l'esistenza, mediante l'applicazione del principio di
causalità al contenuto rappresentativo delle idee.
Proprio perché Cartesio pone come "idea" ("immagine di...", "rappresentazione di...") il contenuto immediato del
pensiero, proprio per questo, sin dall'inizio, egli dà per esistente quella realtà in sé (alla quale l'"idea" è relativa), la cui
esistenza egli invece si propone di dimostrare esplicitamente. Presuppone dunque ciò che intende dimostrare; si avvolge
in un circolo, che parte proprio dal punto al quale intenderebbe pervenire e che dunque è l'autentico "circolo vizioso"
della filosofia cartesiana — ma non solo di essa, bensì dell'intera filosofia moderna fino a Kant incluso.

Torna in alto Andare in basso

Re: non tocchiamo mai nessuno.

Messaggio Da Moltengod il Lun Nov 24, 2008 4:35 pm

Cartesio non ha mai portato nulla di nuovo alla filosofia se non errori epistemologici enormi
Ha sconvolto l'intera filosofia occidentale, solo perchè voleva dimostrare l'esistenza di Dio, tramite mistiche prove onotologiche, cosa che non è riuscito minimamente a fare
Ha inserito il concetto di "cogito", ma ha creato una dualismo come mente e corpo inutile, oltre che dannoso per qualsiasi altra disciplina sia umanistica che scientifica, inoltre è partito da concetti errati, che non conosceva in quanto non conosceva il concetto di evoluzionismo
Le "idee" come le chiama Severino, sono una conquista umana recente(parlando sempre in tempi di esistenza della terra)
Esse sono categorie dell'evoluzione umana conquistate con uno sviluppo della mente superiore
Le "idee" insomma sono una conquista dell'homo sapiens
il problema di Cartesio era la presunzione, e lo è anche quella di ogni altro essere occidentale contemporaneo, siamo il frutto di una selezione evoluzionistica casuale, e tramite questo ci è stato semplicemente permesso di essere un pò più coscienti, ma il mondo non esiste perchè ci siamo noi, ma ci siamo noi perchè il mondo esiste, l'uomo e le sue "idee" non sono nulla, sono semplicemente un epifenomeno di una selezione naturale e nulla di più
L'idea è solo la "rappresentazione" di qualcosa e non la cosa rappresentata, le idee sono solo e soltanto segnali elettrici che noi memorizziamo a scopo adattivo solo per avere un minimo di possibilità nella "predizione" di eventi futuri
Noi funzioniamo tramite esperienze, e le esperienze passate sono quelle che, se confermate, devono ripresentarsi successivamente, ecco cosa sono le idee, un semplice sistema adattivo

Torna in alto Andare in basso

Re: non tocchiamo mai nessuno.

Messaggio Da Jokreg il Lun Nov 24, 2008 5:10 pm

Ma perchè discutere inutilmente su chimica, fisica e biologia?
Il loro valore è minimo. Tra un secondo potrebbe cambiare tutto, e mandare all'aria millenni di studi su una realtà della quale non vediamo altro che una misera sfaccettatura.

Ora insultatemi pure.

Torna in alto Andare in basso

Re: non tocchiamo mai nessuno.

Messaggio Da Moltengod il Lun Nov 24, 2008 5:12 pm

Jokreg ha scritto:Ma perchè discutere inutilmente su chimica, fisica e biologia?
Il loro valore è minimo. Tra un secondo potrebbe cambiare tutto, e mandare all'aria millenni di studi su una realtà della quale non vediamo altro che una misera sfaccettatura.

Ora insultatemi pure.

Perdonami jokreg, ma forse è meglio che su certi argomenti non mettessi bocca
Senza chimica fisica e biologia, non vivresti nella tua attuale casa, con i tuoi attuali comfort, non avresti la tua vita sociale e non avresti nulla di nulla se non una vita ultra-naturale
Certo non so quanto questo possa essere male

Torna in alto Andare in basso

Re: non tocchiamo mai nessuno.

Messaggio Da Apolide metafisico il Lun Nov 24, 2008 6:44 pm

Moltengod ha scritto:Cartesio non ha mai portato nulla di nuovo alla filosofia se non errori epistemologici enormi
Ha sconvolto l'intera filosofia occidentale, solo perchè voleva dimostrare l'esistenza di Dio, tramite mistiche prove onotologiche, cosa che non è riuscito minimamente a fare
Ha inserito il concetto di "cogito", ma ha creato una dualismo come mente e corpo inutile, oltre che dannoso per qualsiasi altra disciplina sia umanistica che scientifica, inoltre è partito da concetti errati, che non conosceva in quanto non conosceva il concetto di evoluzionismo
Le "idee" come le chiama Severino, sono una conquista umana recente(parlando sempre in tempi di esistenza della terra) Ma proprio per niente. temo che tu non abbia capito nulla di quel testo, e ti sia inspiegabilmente imbarcato in un discorso di carattere parascientifico. Per "idee" Severino intende semplicemente !rappresentazioni", ed il discorso da lui portato avanti è questo: derivare l'esistenza del mondo dall'esistenza delle idee per mezzo d'un rapporto causale è una petitio principii, perchè il concetto d'idea, in quanto rappresentazione, include la necessaria esistenza dell'oggetto rappresentato. Qui sta la fallacia del realismo (che è sì una posizione dogmatica, a differenza dell'idealismo).
Esse sono categorie dell'evoluzione umana conquistate con uno sviluppo della mente superiore
Le "idee" insomma sono una conquista dell'homo sapiens
il problema di Cartesio era la presunzione, e lo è anche quella di ogni altro essere occidentale contemporaneo, siamo il frutto di una selezione evoluzionistica casuale, e tramite questo ci è stato semplicemente permesso di essere un pò più coscienti, ma il mondo non esiste perchè ci siamo noi, ma ci siamo noi perchè il mondo esiste, l'uomo e le sue "idee" non sono nulla, sono semplicemente un epifenomeno di una selezione naturale e nulla di più Questo è un assunto non dimostrato, un atto di fede. Non è p'ossibile sapere con certezza se effettivamente la realtà è qualcosa di ontologicamente indipendente ed autonomo dai nostri sensi.
L'idea è solo la "rappresentazione" di qualcosa e non la cosa rappresentata, le idee sono solo e soltanto segnali elettrici che noi memorizziamo a scopo adattivo solo per avere un minimo di possibilità nella "predizione" di eventi futuri Qui di nuovo confermi di non aver neanche lontanamente afferato il significato del testo. le dinamiche biologiche sono totalmente irrilevanti, non confutano nè dimostrano un bel niente.
Noi funzioniamo tramite esperienze, e le esperienze passate sono quelle che, se confermate, devono ripresentarsi successivamente, ecco cosa sono le idee, un semplice sistema adattivo
In bold.

Torna in alto Andare in basso

Re: non tocchiamo mai nessuno.

Messaggio Da rejino il Lun Nov 24, 2008 7:00 pm

Jokreg ha scritto:Ma perchè discutere inutilmente su chimica, fisica e biologia?
Il loro valore è minimo. Tra un secondo potrebbe cambiare tutto, e mandare all'aria millenni di studi su una realtà della quale non vediamo altro che una misera sfaccettatura.

Ora insultatemi pure.

hai detto bene: "inutilmente". vorrei ribadire lo scopo di questo forum, che è semplicemente quello di perdere tempo.
avatar
rejino
u tso’otsoob bool'ay


Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: non tocchiamo mai nessuno.

Messaggio Da Frank il Lun Nov 24, 2008 7:05 pm

e per questo lo amiamo

Torna in alto Andare in basso

Re: non tocchiamo mai nessuno.

Messaggio Da Moltengod il Lun Nov 24, 2008 7:10 pm

Le idee le devi derivare da qualcosa, qualcosache quella idee te la rappresenti, una idea è una derivazione, una raccolta di informazioni, se non hai da cosa ricevere informazioni non hai le idee
un conto è dire PER NOI esistono solo le idee, a quel punto sono d'accordo, un'altra è affermare che il mondo non esiste assolutamente o probabilmente è inesistente, perchè noi percepiamo solamente le idee

il problema dell'idealismo è che oltre alle "idee" non ha nessun'altra forma di discussione
Se ti dico una cosa mi rispondi "idee"
Se ti dico un processo fisiologico mi rispondi "le idee"
Non posso confutarti perchè l'idealismo non lo permette, ma a mio parere non in quanto teoria con un fondamento, ma in quanto secondo gli idealisti unica e sola cosa

E se non è dogmatismo questo
Il materialsimo cerca di spiegare, e addirittura cambia le sue convinzioni, in 2500 anni di storia, come insegna Khun le rivoluzioni paradigmatiche sono state innumerevoli, certo qualcuno realmente dogmatico non ha accettato certe idee, ma la "comunità" le ha accettate, ha accettato il cambiamento, l'idealismo, oltre a platone e a qualche congettura di Cartesio a mio parere non ha nulla

Ma non vi è problema a rimanere ognuno nelle proprie posizioni

Torna in alto Andare in basso

Re: non tocchiamo mai nessuno.

Messaggio Da Apolide metafisico il Lun Nov 24, 2008 7:31 pm

Moltengod ha scritto:Le idee le devi derivare da qualcosa, qualcosache quella idee te la rappresenti, una idea è una derivazione, una raccolta di informazioni, se non hai da cosa ricevere informazioni non hai le idee Ecco, bravo. Questo è esattamente ciò che Severino vuole dire: parlando di "idee" si sottintende che tali idee abbiano un oggetto, dunque una causa (il mondo esterno). Questo non è assolutamente dimostrabile, perchè tutto potrebbe essere (tutto, quindi anche le dinamiche biologiche che ci paiono ormai accertate) frutto della nostra interiorità. Anche una verifica scientifica, in quanto semplice esperienza, non buca affatto il velo di Maya dell'io: io vedo x, lo misuro. Poi magari vedo y, e deduco da z che esso è causa di y. Ecco, tutto ciò sarà pure coerente, ma non prova certo la sostanzialità del mondo.
un conto è dire PER NOI esistono solo le idee, a quel punto sono d'accordo, un'altra è affermare che il mondo non esiste assolutamente o probabilmente è inesistente, perchè noi percepiamo solamente le idee

Noi percepiamo quel che percepiamo, il punto è: come sapere se un determinato fenomeno esiste indipendentemente da noi? Non c'è modo, appigliarsi alla conoscenza scientifica non è una soluzione, ma un grossolano errore di fondo, perchè non c'entra proprio niente. Qualsiasi tipo di conoscenza potrebbe essere viziata dal suo radicarsi esclusivamente nell'io.

il problema dell'idealismo è che oltre alle "idee" non ha nessun'altra forma di discussione
Se ti dico una cosa mi rispondi "idee"
Se ti dico un processo fisiologico mi rispondi "le idee"
Non posso confutarti perchè l'idealismo non lo permette, ma a mio parere non in quanto teoria con un fondamento, ma in quanto secondo gli idealisti unica e sola cosa

E se non è dogmatismo questo
Il materialsimo cerca di spiegare, e addirittura cambia le sue convinzioni, in 2500 anni di storia, come insegna Khun le rivoluzioni paradigmatiche sono state innumerevoli, certo qualcuno realmente dogmatico non ha accettato certe idee, ma la "comunità" le ha accettate, ha accettato il cambiamento, l'idealismo, oltre a platone e a qualche congettura di Cartesio a mio parere non ha nulla

Ma non vi è problema a rimanere ognuno nelle proprie posizioni
Cartesio, pur essendo il padre dell'idealismo, è di fatto realista: ed è proprio nella svolta realista che il suo sistema filosofico presenta enormi falle (come la petitio principii di cui sopra). idem per kant:anche lui ammette l'esistenza d'una realtà esterna all'io, per quanto impenetrabile (la dimensione noumenica). Ho l'impressione che tu non abbia ben chiara la questione in generale, dato che spacci kant e cartesio per idealisti.

Torna in alto Andare in basso

Re: non tocchiamo mai nessuno.

Messaggio Da Moltengod il Lun Nov 24, 2008 7:39 pm

Io non ho mai parlato di kant, da dove lo hai preso?
infatti fra le fonti dell'idealismo ho messo Cartesio e Platone, secondo me UNICHE fonti
Cartesio invece lo ritengo si un idealista, ha tentato di infilare del suo discorso idealistico il realismo solo per tentare di spiegare ,in un suo mistico modo, l'esistenza di Dio, insomma semplice tornaconto personale, in fondo era un credente, e si ritrovava in un periodo dove il potere della chiesa era enorme, figurati se rischiava di ritrovarsi in mezzo a un processo per eresia
Non era in grado di spiegarla solo tramite il cogito, e ci ha infilato in mezzo il realismo

Torna in alto Andare in basso

Re: non tocchiamo mai nessuno.

Messaggio Da Jokreg il Lun Nov 24, 2008 7:40 pm

Moltengod, hai la presunzione di avere le chiavi della vita e del mondo in mano perchè possiedi scienze quali la chimica, la fisica, la biologia e via dicendo, quando esse non sono altro che lo studio più puro della realtà così come è oggi e così come immaginiamo possa (in linea di massima) continuare ad essere, giorno dopo giorno, secondo dopo secondo. Quello che faccio notare, è che tutto, e dico proprio tutto, potrebbe cambiare improvvisamente, cancellando ogni legge fisica studiata finora, ogni legge chimica e biologica. Perchè? Perchè se tutto fino ad oggi è andato così, non è detto che lo sarà per sempre. Questo sottolinea l'insignificante valore di queste scienze. E questa è logica, niente di più. Tutto ciò non è vero per la matematica, che vive ed opera in sistemi assoluti, non per forza legati a ciò che definiamo reale (che, ripeto, non è altro che una minima parte di ciò che realmente esiste). Non sono il primo ad affermarlo e non sarò l'ultimo. E poi, te lo dico io che sono schiavo di un Liceo Scientifico, scelto consapevolmente e mio malgrado. E poi, Molten, perchè ti ostini (come moltissimi altri continuano a fare) a giudicare la qualità di una vita dai suoi comfort e dalla tecnologia presente in essa? Questa è un'altra inutile presunzione di chi ha troppa fiducia nella scienza e nei suoi progressi molto spesso inutili e anzi deleteri per il nostro essere. Detto questo, non vedo come puoi giungere all'ennesima presunzione ed eccesso di saccenza dicendo che non dovrei mettere bocca su questi argomenti: utilizzando frasi come la tua si invoglia ancora di più una personalità come la mia a sentenziare sul nulla, come, lo ribadisco, si sta facendo.

Nè tu, nè io, nè la tua chimica avremo mai ragione.

Torna in alto Andare in basso

Re: non tocchiamo mai nessuno.

Messaggio Da Moltengod il Lun Nov 24, 2008 7:45 pm

Jokreg ha scritto:Moltengod, hai la presunzione di avere le chiavi della vita e del mondo in mano perchè possiedi scienze quali la chimica, la fisica, la biologia e via dicendo, quando esse non sono altro che lo studio più puro della realtà così come è oggi e così come immaginiamo possa (in linea di massima) continuare ad essere, giorno dopo giorno, secondo dopo secondo. Quello che faccio notare, è che tutto, e dico proprio tutto, potrebbe cambiare improvvisamente, cancellando ogni legge fisica studiata finora, ogni legge chimica e biologica. Perchè? Perchè se tutto fino ad oggi è andato così, non è detto che lo sarà per sempre. Questo sottolinea l'insignificante valore di queste scienze. E questa è logica, niente di più. Tutto ciò non è vero per la matematica, che vive ed opera in sistemi assoluti, non per forza legati a ciò che definiamo reale (che, ripeto, non è altro che una minima parte di ciò che realmente esiste). Non sono il primo ad affermarlo e non sarò l'ultimo. E poi, te lo dico io che sono schiavo di un Liceo Scientifico, scelto consapevolmente e mio malgrado. E poi, Molten, perchè ti ostini (come moltissimi altri continuano a fare) a giudicare la qualità di una vita dai suoi comfort e dalla tecnologia presente in essa? Questa è un'altra inutile presunzione di chi ha troppa fiducia nella scienza e nei suoi progressi molto spesso inutili e anzi deleteri per il nostro essere. Detto questo, non vedo come puoi giungere all'ennesima presunzione ed eccesso di saccenza dicendo che non dovrei mettere bocca su questi argomenti: utilizzando frasi come la tua si invoglia ancora di più una personalità come la mia a sentenziare sul nulla, come, lo ribadisco, si sta facendo.

Nè tu, nè io, nè la tua chimica avremo mai ragione.

non ho detto di non parlare dell'esistenza, ho detto di non mettere bocca su discorsi scientifici, visto che secondo me ne sai poco, ma non per ergermi a paladino della scienza nè per ridurti a un ignorante

La scienza ha cambiato punti di vista più di quanto tu possa immaginare, in un secolo(il '900) le rivoluzioni sono state innumerevoli, e chi è davvero saggio evita di attacarsi alle sue teorie personali e segue ciò che è il corso degli eventi, migliaia di scoperte sono state banalizzate, lo stesso Einstein, con la relatività generale, dichiarò che Newton si sbagliava, e parliamo della meccanica Newtoniana, ancora oggi utilizzata
La scienza non è statica, le scoperte sulla medicina di Ippocrate(per esempio) non sono più neanche accettate nell'attuale società, quindi quando dico che secondo me ne sai poco, che ripeto non vuole essere una specie di insulto, intendo dire di parlare con una certe cognizione di causa

Torna in alto Andare in basso

Re: non tocchiamo mai nessuno.

Messaggio Da Apolide metafisico il Lun Nov 24, 2008 7:47 pm

Moltengod ha scritto:Io non ho mai parlato di kant, da dove lo hai preso?
infatti fra le fonti dell'idealismo ho messo Cartesio e Platone, secondo me UNICHE fonti ma come uniche fonti? L'idealismo è anzitutto materia di Fichte, Hegel, Schelling.
Cartesio invece lo ritengo si un idealista, ha tentato di infilare del suo discorso idealistico il realismo solo per tentare di spiegare ,in un suo mistico modo, l'esistenza di Dio, insomma semplice tornaconto personale, in fondo era un credente, e si ritrovava in un periodo dove il potere della chiesa era enorme, figurati se rischiava di ritrovarsi in mezzo a un processo per eresia
Non era in grado di spiegarla solo tramite il cogito, e ci ha infilato in mezzo il realismo
E con ciò? Senza la componente realistica il suo sistema filosofico si fermerebbe alle soglie del cogito, quindi è fuor di senso scartarne la deriva realistica solo per via delle motivazioni che animarano le sue riflessioni.


Ultima modifica di Apolide metafisico il Lun Nov 24, 2008 7:53 pm, modificato 1 volta

Torna in alto Andare in basso

Re: non tocchiamo mai nessuno.

Messaggio Da Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Torna in alto Andare in basso

Pagina 2 di 3 Precedente  1, 2, 3  Seguente

Torna in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum